Seguici anche su:

   
home
la nostra storia
catalogo
librerie
anteprime
contatti
gili.jpg
Anna Gili
Sito ufficiale | Titoli in catalogo
Is an artist and designer who is characterized and distinguishes Her training came about through the impact that the Milanese culture of design had on her, and which Anna has been intensively involved in since 1983.
Her reasoning about projects is holistic, and she travels systemically in cross-cultural empathy through disciplines such as art , fashion, comics , interior design and architecture.
The origins of Anna Gili’s path reflect the influence of those multiple creative worlds, which have led her to express herself through performances and avant-garde creations like “Abito sonoro” – “Sonorous garment” (1984), “Persone dipinte” – Painted Persons” (1986) and “Vestito di fiori” – “Flower Dress” (1987), which later became the base for the first important pillars of her work like the “Tonda” armchair and the “Cro” vase. For Anna , the objects that surround us are anything but neutral and impersonal , and participate in life , they are interactive and help us to maintain ties with the world and our own imagination.
And remind us, through their symbolism and charisma, of our childhood, and even further back, into ancient times.
Her constant and intense research has led her to the genesis of her own zoosemiotic universe, and an engineering-like use of colour in decor & interior design.
Anna Gili has designed for Alessi, Bisazza Mosaici, Byblos, Cappellini, Cassina, Dornbracht, Fiat, Ritzenhoff, Salviati, Slamp, Swarovsky, Swatch, TDK, Trend Group

Anna Gili, artista e designer, si caratterizza e differenzia per un approccio accademico- professionale- artistico fortemente influenzato dalla cultura Rinascimentale, che appartiene alle sue origini Umbre.
La sua formazione è avvenuta attraverso l’impatto con la cultura milanese del design, a cui Anna partecipa intensamente dal 1983.
Il suo modo di pensare il progetto è olistico, e spazia in modo sistemico e transculturale in ambiti disciplinari empatici quali arte, moda, fumetto, interior design e architettura.
L’inizio del percorso di Anna Gili risente dell’influenza di quei moltleplici mondi creativi che l’hanno portata ad esprimersi attraverso performances e installazioni di avanguardia come l’Abito Sonoro (1984), le Persone Dipinte (1986) e il Vestito di fiori (1987), divenute poi l’humus per le sue prime storiche creazioni come la poltrona Tonda e il vaso Cro. Per Anna, gli oggetti che ci circondano sono tutt’altro che neutri e impersonali, e partecipano alla vita, sono interattivi, ci aiutano a mantenere legami con il mondo e con il nostro immaginario. E ci riportano, attraverso la loro simbologia e il loro carisma, alla nostra infanzia e anche a tempi più antichi.
Il suo costante e intenso lavoro di ricerca l’ha portata alla genesi di un suo proprio universo zoosemiotico e ad un uso ingegneristico del colore nel decor & interior design.
Anna Gili ha progettato per Alessi, Bisazza Mosaici, Byblos, Cappellini, Cassina, Dornbracht, Fiat, Ritzenhoff, Salviati, Slamp, Swarovsky, Swatch, TDK, Trend Group “Anna Gili & Prince in the Wonderloft” by Silvia Amodio Disegno di copertina : CAT © Anna Gili


Argomenti e collane
> Scienza della comunicazione
> Economia della comunicazione
> Comunicazione sociale e politica
> Green Communication
> Letteratura e immagine
> Illustrazione
> Comunicazione visiva
> Design e comunicazione
> Comunicazione.doc
> Annual
> Pubblicità e marketing
> Brand imprese mercati
> Media e web communications
> Cinema e televisione
> Narrativa
> Formazione e università
> Narrativa Amatea
> Saggistica e varia
> Arte
> Rivista
Iscriviti
alla Newsletter
Iscriviti per avere notizie delle nuove anteprime e leggere stralci dei titoli in pubblicazione.
indirizzo email
 Autorizzo al trattamento dei dati personali